Scommesse in Italia, facciamo il punto della situazione

Attualmente nel mondo delle scommesse Italia, gli scommettitori hanno due possibilità:

  • scommettere nei punti vendita dei concessionari autorizzati
  • scommettere su internet

Quali sono le principali differenze tra le due modalità?

 

Scommesse in Italia: agenzia di scommesse o internet

I punti vendita tradizionali hanno dei costi più elevati da sostenere e ciò dipende dalla presenza di una struttura fisica che deve essere gestita (affitto del locale, utenze, stipendi ai lavoratori). Difficilmente, quindi, le agenzie di scommesse tradizionali riescono ad offrire un ritorno agli scommettitori comparabili con i concessionari che operano esclusivamente online.

Dal punto di vista della comodità per l’utente, è innegabile il vantaggio legato alla circostanza di non doversi spostare (è necessario un dispositivo dotato di una connessione ad internet veloce) e di poter scommettere in qualsiasi momento, senza dover tenere conto degli orari di apertura e chiusura del punto vendita fisico (rispettando, tuttavia, gli orari in cui AAMS permette di scommettere).

Gli unici svantaggi legati alle scommesse online sono costituiti dalla possibilità che lo strumento venga utilizzato illegalmente dai minori (il controllo è sicuramente più difficoltoso) e che la facilità con cui è possibile scommettere porti alcuni utenti ad investire quote più elevate di quanto possono permettersi di spendere.

 

Scommesse in Italia su internet: i rischi

La diffusione di internet sta portando un numero crescente di italiani a acquistare beni e servizi su internet e il settore delle scommesse sportive non è immune da questo fenomeno, grazie anche alla massiccia campagna pubblicitaria condotta dalla maggior parte dei bookmakers.

Acquistare beni e servizi su internet consente di risparmiare (nel caso delle scommesse di ottenere quote e bonus più elevati) ma espone con maggiore probabilità l’acquirente a truffe, mancando il contatto visivo. Anche nel settore delle scommesse sono molti i siti fasulli che nascondono in realtà associazioni criminali alla ricerca di denaro facile. Come riconoscere i siti sicuri?

Scommesse in Italia: l’autorizzazione AAMS

Tutti i siti autorizzati da AAMS offrono certezze per lo scommettitore. Il riconoscimento da parte delle ente monopoli di stato rassicura sulle modalità con cui vengono gestiti i soldi depositati sul conto scommesse, sulla modalità con cui vengono gestiti i dati personali, e sulla correttezza del comportamento del bookmakers.

In rete, oltre ai truffatori, sono presenti anche dei bookmakers che agiscono regolarmente in stati esteri ma non hanno ricevuto autorizzazione in Italia. Teoricamente operare su questi siti costituisce reato, ma la questione è controversa e non ancora definita univocamente. Ciò che invece è stato chiarito con certezza è il trattamento fiscale delle vincite ottenute operando sui siti non autorizzati, in quanto l’Agenzia delle Entrate ha precisato che queste cifre devono essere tassate e la base imponibile è costituita esclusivamente dalle vincite conseguite, non tenendo conto delle spese sostenute per produrle.

Le vincite conseguite sui siti autorizzati da AAMS, invece, vengono tassate alla fonte e al versamento provvede direttamente il bookmaker. Conseguentemente, per evitare problemi di carattere fiscale, è consigliabile utilizzare società concessionarie autorizzate dall’AAMS, almeno per le scommesse su internet.

Su cosa scommettere?

L’ampliamento dell’offerta permette agli scommettitori di puntare su quasi tutti gli sport. Oltre al calcio, lo sport nazionale per eccezione, è possibile scommettere sui principali sport individuali, sugli sport di squadra e anche su determinate competizioni come il motociclismo e la Formula 1.

La scommessa può essere piazzata in modalità antepost (prima dell’inizio dell’evento) o live (durante lo svolgimento) e può riguardare vari aspetti dell’evento. Oltre al risultato finale, è possibile scommettere su risultati parziali o su determinate situazioni (pensando al calcio, sul numero di calci d’angolo, gol segnati, espulsioni, rigori e così via). Le scommesse possono essere piazzate in relazioni a singoli eventi (scommessa singola), o pronosticando congiuntamente su più eventi (scommessa multipla)

Paddy Power arriva anche in Italia

Scommesse in Italia: come registrarsi

Tutte le società autorizzate da AAMS offrono procedure simili nella registrazione. In tutti i casi l’utente deve creare un nickname e una password che permetterà di accedere alla propria pagina personale, compilare un form in cui devono essere inseriti i propri dati personali e inviare, entro le scadenze indicate dal sito prescelto, un documento di identità, requisito necessario per ottenere la piena funzionalità del conto (per questioni legate al riciclaggio) e per poter prelevare le vincite.

Per poter versare (o prelevare) è necessario essere intestatari di un conto corrente con cui effettuare i bonifici (in entrata e in uscita) o, in alternativa, di una carta di credito o di una carta prepagata. Molti bookmakers offrono anche la possibilità di effettuare le operazione di prelievo/deposito utilizzando i cosiddetti conti virtuali, come PayPal, ad esempio.

Le commissioni legate alle operazioni di prelievo/deposito variano a seconda del bookmakers prescelto e dovrebbero essere valutate attentamente nel momento della scelta, in quanto possono incidere notevolmente sulla redditività, considerando che dal punto di vista del servizio l’offerta dei vari bookmakers è sempre più omogenea.

La maggiorparte dei bookmakers offre la possibilità di scommettere anche utilizzando dispositivi portatili, come smartphone e tablet, scaricando le apposite app disponibili sui siti, e mette inoltre a disposizione un help centre in italiano, con cui è possibile dialogare per risolvere problemi legati al funzionamento della piattaforma o a determinate situazioni.

 

I bonus e le quote

Non è semplice effettuare la scelta del bookmaker che offre le quote e i bonus più elevati. Il bookmaker perfetto, in maniera oggettiva, non esiste, e la valutazione deve essere effettuata analizzando dettagliatamente l’offerta e valutando se corrisponde alle proprie esigenze.

Un elemento da considerare, come già riportato sopra, è sicuramente l’ammontare delle commissioni. Valutare quanto siano elevate le quote offerte del bookmaker in relazione alla concorrenza non è affatto semplice, mentre è più facile verificare i bonus offerti.

Di solito i bookmakers offrono dei bonus benvenuto (commisurati all’importo depositato o all’ammontare scommesso) e bonus particolari, in alcuni casi legati a determinate situazioni, in altri alla difficoltà dell’evento pronosticato (i bonus multipla, ad esempio, offrono vincite supplementari al crescere del numero di eventi pronosticati).

Lucio Cappello

Back to top