Pellicole solari, la tecnologia che fa risparmiare energia

palazzo vetri

In un periodo in cui il risparmio è diventato praticamente un mantra, cosa stiamo facendo noi per salvaguardare il nostro portafogli e, possibilmente, ridurre l’impatto che le tecnologie umane hanno sull’ambiente? Se si pensa a una giornata qualunque sembra ben poco. Nel periodo estivo ci alziamo dal letto, doccia fresca, colazione. Finestre aperte per cambiare aria. Giusto. Peccato però che molto spesso quelle finestre restino aperte facendo entrare l’aria calda all’interno della stanza, e allora viene normale accendere i condizionatori per rinfrescare l’ambiente. Con questo semplice gesto stiamo consumando tantissima energia invano, vediamo perché.

Risparmiare energia con delle pellicole solari

I vetri sono uno dei ritrovati più utili della storia dell’umanità, consentono alla luce di diffondersi nelle abitazione e quindi di risparmiare energia per illuminare. Ma è davvero così? In parte. Questo è il motivo per cui diverse aziende ormai utilizzano grandi vetrate al posto di piccole finestre, ma così si presenta un altro problema. Grandi vetrate significa, durante la stagione estiva, grande caldo che si accumula, e quindi largo impiego dei condizionatori, quindi l’energia che da una parte risparmiamo la spendiamo altrove.

Sempre grazie alla tecnologia, però, oggi è possibile risparmiare utilizzando le pellicole solari per vetri. Si tratta di pellicole realizzate con particolari materiali che consentono di filtrare il calore e di conseguenza di ridurre il consumo dell’energia elettrica spesa per gli impianti di condizionamento.

Pellicole solari, come riducono il calore

pellicole vetri casaLe pellicole antisolari hanno una funzione filtrante, vale a dire che non impediscono alla luce di entrare dai vetri, ma filtrano i raggi in modo tale che l’ambiente non si surriscaldi. Grazie a questa tecnologia è quindi possibile ridurre l’impatto energetico sia nelle abitazioni private che all’interno degli uffici o delle strutture ricettive. La stanza, che ha una temperatura più bassa di partenza, potrà, eventualmente, essere portata alla temperatura desiderata in breve tempo e con minor consumo, perché se all’interno vi sono 34°, per portare la temperatura a 20° il condizionatore consumerà moltissimo, mentre se già si parte da 25° il condizionatore impiegherà meno tempo e meno energia, e si ridurranno anche le emissioni di CO2.

Diverse pellicole

Esistono in commercio diversi tipi di pellicole antisolari con diversi gradi di filtraggio, per cui basta solo scegliere quella più adatta alle proprie necessità in base ai consumi e al grado di calore con cui si deve lavorare. Per installare le pellicole bastano poche ore, ovviamente a seconda del numero di vetri da trattare, ma in genere un bravo tecnico professionista esegue il lavoro a regola d’arte e in tempi decisamente rapidi.