Perché ricorrere alla chirurgia del naso?

La rinoplastica, conosciuta comunemente come chirurgia del naso, risulta essere un rimedio al quale i pazienti potranno sottoporsi per poter eliminare determinati problemi.

Perché bisogna ricorrere a tale chirurgia?

Grazie alla chirurgia del naso, o rinoplastica, sarà possibile poter evitare diversi problemi spesso sottovalutati.

La rinoplastica potrebbe spaventare moltissime persone, dato che queste, sapendo che devono sottoporsi ad un intervento, potrebbero rinunciarvi.

La rinoplastica risulta essere essenziale non solo per correggere degli errori estetici, ma anche quelli funzionali del naso: grazie ad essa infatti, una persona potrà risolvere una vasta serie di problemi, che permetterà loro di poter tornare in piena salute.

Ad esempio, quando si hanno delle narici troppo strette, oppure il setto nasale è deviato, i problemi che derivano da tale malformazione, che potrebbe nascere nel momento in cui si subisce un trauma facciale, possono essere di tipo differente.

In alcuni casi infatti, i pazienti che hanno un problema al naso soffrono di apnee notturne oppure hanno problemi di russamento, in quanto le vie respiratorie risultano essere differenti rispetto a quelle normali.

Per evitare dunque di fronteggiare poi tutte le altre problematiche, che derivano appunto da questo disturbo, i pazienti devono sottoporsi alla chirurgia del naso, che risulta essere fondamentale e senza conseguenze negative.

I diversi tipi di rinoplastica

Ecco alcuni tipi di interventi di chirurgia del naso, o in termini tecnici, di rinoplastica.

Quando si parla di chirurgia del naso non si parla solo di un intervento standard, ovvero uguale per tutti i pazienti, ma di interventi differenti che avvengono in maniera diversa.

rinoplastica o chirurgia nasoIl primo di questi è la chirurgia del naso chiusa, ovvero vengono praticate delle piccole incisioni all’interno del naso, grazie alle quali il suddetto potrà essere rimodellato, e dunque sistemato in maniera corretta.

Quella aperta invece, nella maggior parte dei casi, agisce sulla punta del naso e, seppur questa sia più complessa, permette al medico di poter intervenire su di esso in maniera maggiormente efficace e precisa.

La chirurgia sul naso, e per la precisione sul setto nasale invece, permette al medico di centrare perfettamente l’osso del naso, in maniera tale che le narici abbiano entrambe la stessa dimensione, evitando dunque problemi di respirazione al paziente.

In altri casi invece, si interviene sulla gobba del naso, sulle narici o comunque in altre sue parti, che verranno modellate in maniera tale che i problemi alle vie respiratorie siano completamente rimossi.

In alcuni casi l’intervento avviene senza chirurgia, ovvero non è necessario incidere il naso o una parte di esso del paziente: questo intervento viene effettuato però solo per ragioni estetiche, e serve per rimodellare perfettamente il naso del paziente, dopo magari un intervento di chirurgia del naso.

In questo caso, non vi sono manovre invasive sul naso stesso, che dunque non viene sottoposto a carichi di stress eccessivi in un arco di tempo veramente ristretto.

Questi tipi di interventi dunque servono al paziente per poter evitare problemi di respirazione di qualunque tipo, sia diurni che notturni.

Lucio Cappello

Back to top