L’importanza dello spazzolino da denti e le varie tipologie

Hai problemi di denti gialli? Cerchi una soluzione per lo sbiancamento dei denti?
La placca dentale che si deposita sui denti rovinando lo smalto e il sorriso, è causata dai batteri che crescono e si accumulano negli spazi più difficilmente raggiungibili dallo spazzolino.

Molto spesso, infatti, la pulizia giornaliera dei denti non è sufficiente a rimuovere la placca dentale, che quando si accumula per periodi lunghi diventa tartaro.

Il tartaro che macchia i denti e li rende gialli, è molto più difficile da rimuovere e quasi sempre richiede l’intervento del dentista.

Scegliere un buon spazzolino da denti è molto importante perché previene la formazione del tartaro e mantiene il nostro sorriso brillante.

Se vuoi conoscere i rimedi e i metodi per lo sbiancamento dei denti clicca qui www.sbiancamento-denti.info/ e leggi tutti gli utilissimi consigli.

Che spazzolino scegliere per la pulizia quotidiana dei denti?

Esistono diversi tipi di spazzolino da denti vediamo i pro e i contro di ognuno.

Tipi di Spazzolino

Spazzolino Manuale:  Il classico spazzolino manuale che si trova ovunque, dalla farmacia al supermercato è uno strumento fondamentale per l’igiene orale.

Da usare in combinazione con il filo interdentale per rimuovere lo sporco anche nelle zone più difficile fra i denti e negli spazi gengivali.

Più la testina è piccola meglio è, così che lo spazzolino possa raggiungere facilmente tutti i denti.

Le setole piuttosto dure devono essere sintetiche per non trattenere microrganismi, il manico ergonomico per facilitare i movimenti e migliorare l’efficacia della pulizia.

Lo spazzolino manuale va lavato con acqua fredda per evitare che le setole si ammorbidiscano troppo, e va cambiato in media ogni 8/10 settimane.

Se usate lo spazzolino manuale ricordate di strofinare tutte le superfici: dalla parte delle guange, del palato, della lingua e naturalmente dal lato in cui si mastica.

Spazzolino Monociuffo: Si tratta di uno spazzolino manuale con la testina più piccola del normale, che permette di raggiungere bene anche gli spazi più piccoli e i denti più lontani. E’ il migliore tra gli spazolini manuali perché garantisce una pulizia più a fondo.

Spazzolino Odontoiatrico: Si riconoscono facilmente grazie al disegno delle setole della testina, con le file centrali più basse rispetto a quelle laterali. Questo movimento semplifica l’igiene quotidiana, soprattutto per chi porta gli apparecchi ortodontici fissi.

Spazzolino Elettrico: Lo spazzolino elettrico è molto più pratico, perché con tantissimi movimenti al secondo permette di pulire in profondità i denti senza fatica. Esistono quelli con la testina semplicemente vibrante oppure anche rotante. Anche in questo caso le testine vanno cambiate periodicamente per garantire la pulizia completa della bocca.

Lucio Cappello

Back to top