Disturbi di un telelavoratore

Siamo nel 2014 ed il telelavoro è sempre più una realtà, grazie ad Internet e a datori di lavoro che sempre più spesso iniziano ad adottare questa pratica.

Il lavoratore non si muove da casa, non consuma energie/risorse in ufficio (acqua, aria condizionata, energia elettrica, macchinari ecc ecc), ed ha la possibilità di ottimizzare al meglio la propria giornata lavorativa.

E’ pur vero che nascono tutta una serie di problematiche e disturbi vari, fisici e mentali, che possono compilcare la vita al nuovo lavoratore da casa.

L’attività fisica è forse quella che ne risente di più: si rischia di alzarsi la mattina, mettersi al terminale, alzarsi la sera, andare a dormire e ripartire daccapo. Se non si è in grado di conciliare le ore di lavoro con della sana attività fisica, in poco tempo vi ritroverete con la pancetta.

Inoltre si potranno sviluppare ancora di più problemi tipici di chi lavora al computer: problemi alla schiena, tendiniti, tunnel carpale, mal di testa, ecc.

Diventa indispensabile pertanto predisporre al meglio il proprio ambiente lavorativo: spazio di lavoro ben illuminato, seduta confortevole, scrivania adeguata. Contravvenire alle indicazioni base porterà purtroppo a problemi che si ripercuoteranno sulla vostra salute e, contestualmente, sul vostro umore.

Le altre tipologie di problemi sono appunto quelli mentali: trascorrere una giornata di lavoro in modo totalmente isolata potrebbe, alla lunga, portarvi un certo stress e malessere mentale. Non dovremmo mai dimenticare infatti che l’uomo è animale sociale e, isolandosi totalmente, viene a mancare una delle cose che lo soddisfano maggiormente: lo stare assieme ai suoi simili.

Pertanto state sempre attenti a ritagliarvi durante la giornata del tempo per incontrare o ascoltare qualche amico, magari davanti ad una buona tazza di caffè bollente (così da ottenere doppio beneficio, dalla bevanda e dalla conversazione).

Per il resto, col tempo vi renderete conto dei benefici del lavoro da casa: risparmierete una barca di soldi di carburante (e di usura del mezzo), avrete libertà di indossare in casa l’abbiglimento che vi pare,a meno che dobbiate fare delle videoconferenze col capo!

Lucio Cappello

Back to top