Arnica

L’arnica non è solo una pianta dai fiori gialli che cresce su Alpi e Appennini, ma anche un efficacissimo rimedio naturale contro molti dolori di origine scheletrica, traumatica e muscolare.

La pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae, infatti, viene utilizzata frequentemente per numerose cure omeopatiche e fitopatiche, e si rivela davvero utile per curare le lesioni muscolari e per attenuare il dolore derivante da traumi di ogni tipo, come le slogature e le distorsioni.

A cosa può servire   l’arnica

arnica a cosa serve

Le grandi proprietà della pianta risiedono nelle sue foglie e nei suoi caratteristici fiori gialli, simili alle margherite: è da essi, infatti, che si ricavano gli estratti utilizzati per le creme e gli unguenti a base di arnica.

Si tratta di un rimedio molto diffuso, non solo per le cure omeopatiche ma anche in ambito ospedaliero: le proprietà dell’arnica sono, oramai, ufficialmente riconosciute anche dalla medicina ufficiale.

crema arnicaLe pomate e le creme a base di arnica sono utilizzate soprattutto per curare le infiammazioni ed i dolori derivanti da traumi muscolari come strappi, lesioni e contratture: proprio per questo motivo, viene spesso utilizzata dagli atleti o, in generale, da chi pratica sport quotidianamente.

L’erba medicinale, inoltre, è particolarmente indicata anche per trattare problemi scheletrici e articolari come l’artrosi lombare e alle ginocchia. La crema a base di arnica, che è possibile acquistare online su NaturPlus, risulta molto efficace anche per lenire contusioni ed ecchimosi in tutte le zone del corpo.

Le possibili applicazioni degli unguenti a base di arnica non finiscono qui: la pianta agisce anche contro i reumatismi, le punture degli insetti e addirittura le emorroidi, grazie alla sua capacità di ridurre in tempi davvero brevi i gonfiori.

Si tratta di un rimedio noto sin dall’antichità, ed in molte culture la pianta viene utilizzata anche per ridare equilibrio a stati psicologici problematici come la depressione.

Come utilizzare l’arnica

La pianta può essere trovata in diversi composti come gel e creme: trattandosi di un medicinale, anche se di origine naturale, bisogna prestare particolare attenzione durante l’utilizzo. Innanzitutto non è mai il caso di esagerare con le quantità: una noce di arnica è più che sufficiente per trattare la zona sofferente.

Dopo l’applicazione, inoltre, è sempre consigliabile massaggiare la zona, così da permettere alla crema di penetrare più in profondità.

L’arnica non possiede particolari controindicazioni, ma ci sono dei casi in cui è meglio sospenderne l’utilizzo, soprattutto se si scopre di essere allergici alla pianta.

Inoltre l’arnica non va mai ingerita, a meno che non si tratti di rimedi omeopatici pensati ad hoc: i suoi fiori sono velenosi, ed è per questo motivo che gli stessi infusi di arnica vengono sempre utilizzati per impacchi esterni.

Lucio Cappello

Back to top