Guida ai prestiti online

I prestiti online

La necessità di fondi liquidi per effettuare acquisti come un’automobile, finanziare una vacanza o per avere una liquidità ha portato un grande sviluppo dei prestiti personali e con la diffusione di internet è sempre più facile trovare istituti bancari ed enti finanziari che offrono una vasta scelta di prestiti online, fino alla soluzione innovativa del sito PRESTIAMOCI che, invece, lavora senza intermediari fra chi vuole finanziare e chi vuole riceve un prestito.
Ritornando ai prestiti personali, si tratta di un finanziamento di una somma di denaro, rimborsabile a rate con un tasso di interesse fisso.
I prestiti personali possono essere finalizzati all’acquisto di un determinato bene, come può essere un’automobile; in questo caso la somma di denaro viene erogata per esempio direttamente alla concessionaria.
I soldi finiscono direttamente nelle mani del richiedente invece se parliamo di prestiti non finalizzati; in questo caso i soggetti coinvolti nel rapporto saranno solo due, il richiedente e l’ente erogante sia una banca o un altro tipo di ente finanziario.
Normalmente è richiesta una garanzia, come può essere la busta paga, e il prestito può riguardare la cosiddetta cessione del quinto. Con lo sviluppo del credito al consumo i prestiti online sono concessi anche ai pensionati, entro una determinata età anche parecchio avanzata, o anche a chi non è munito di una busta paga; esiste poi un finanziamento particolarmente oneroso come quello delle carte revolving che solitamente non necessitano di alcun tipo di garanzia.
Va valutata attentamente anche la possibilità che alcuni tipi di finanziamento offrono, ad esempio, di saltare una o più rate, molto comodo se si hanno delle momentanee difficoltà.

La mission di PRESTIAMOCI

È davvero difficile orientarsi nella selva dei prestiti online. Questo ha fatto nascere una formula innovativa di prestito, creata dal team del sito PRESTIAMOCI.
Questo sito, che è veramente serio e affidabile come dimostrano le numerose testimonianze degli utenti, è una forma di finanziamento diretto, saltando il passaggio della richiesta a una banca.
In sostanza nel sito si raccolgono le persone che vogliono finanziare e quelle che richiedono un finanziamento, con la possibilità di ottenere dei tassi di interesse molto più bassi rispetto ai normali prestiti online.
La mission di PRESTIAMOCI consiste nel destinare il finanziamento solo a chi davvero merita di averlo, al fine di tutelare chi mette a disposizione il denaro.
Bisogna in primo luogo avere almeno diciotto anni ed essere una persona fisica; quindi le aziende o le persone giuridiche non possono fare la richiesta di prestiti online su PRESTIAMOCI.
L’età massima per richiedere il prestito è di settantacinque anni e bisogna necessariamente avere la cittadinanza italiana. È richiesta inoltre una minima anzianità di servizio che passa dai sei mesi dei lavoratori dipendenti ai ventiquattro per quelli autonomi. Non bisogna essere iscritti all’albo dei cattivi pagatori o essere soggetti a protesti e bisogna possedere da almeno sei mesi un conto corrente in una banca o istituto di credito italiano. Questo rende PRESTIAMOCI davvero unico nel panorama dei prestiti online.

Prestiti online: alla scoperta di tutti i loro vantaggi

Chi ha bisogno di liquidità ed è in cerca di un finanziamento può prendere in considerazione l’opportunità di rivolgersi ai prestiti online: se non ci si è mai approcciati a questo mondo e si è scettici nei confronti di una soluzione del genere, è bene mettere da parte tutti i propri dubbi – che pure sono decisamente legittimi – e andare alla scoperta delle caratteristiche, delle modalità di funzionamento e dei vantaggi di tali prestiti. Sono molti i motivi per cui ci si può orientare verso i prestiti online: possono essere riassunti nei concetti di comodità, di competitività, di velocità e di convenienza.

Grazie a Internet, per altro, si ha la possibilità di conoscere in maniera estremamente rapida le condizioni che vengono applicate, così da trovare nel giro di pochi clic quelle che si ritengono più adatte ai propri bisogni e più in linea con le proprie preferenze (oltre che con le proprie opportunità). L’erogazione del credito avviene, nei prestiti online, sulla base delle stesse modalità che sono applicate con i finanziamenti tradizionali, attraverso un accredito su conto corrente della somma che è stata richiesta e concessa; in seguito, il rimborso avviene tramite addebito con rate che di solito hanno una cadenza mensile (ma che in alcuni casi possono essere trimestrali, a seconda degli accordi contrattuali presi).

Si diceva della comodità dei prestiti online: è evidente che nel momento in cui ci si può dedicare a tutte le procedure usando uno smartphone o un computer invece che recandosi fisicamente in una filiale, la praticità e il comfort sono garantiti, non solo perché ogni operazione può essere completata a qualsiasi ora del giorno e della notte, ma soprattutto perché si possono evitare le code in attesa agli sportelli, il traffico e tutti gli altri inconvenienti che deriverebbero dall’essere costretti ad andare in banca.

Per quel che riguarda la competitività, quasi sempre i prestiti online si dimostrano più vantaggiosi e meno costosi rispetto a quelli che vengono erogati in modo tradizionale. La spiegazione è molto semplice, poiché vengono meno tante spese accessorie: per esempio quelle relativo alla spedizione dei documenti in formato cartaceo. Ma non è tutto, perché oltre a ciò è indispensabile tenere presente che le procedure online richiedono una minore quantità di personale e soprattutto permettono di evitare i costi inevitabili per la gestione delle filiali (l’acquisto o l’affitto degli spazi, gli stipendi, l’elettricità, il riscaldamento, le tasse, eccetera).

Basta avere delle entrate fisse mensili che possano essere dimostrate per ottenere l’accesso ai prestiti online: i lavoratori dipendenti possono contare sulla busta paga, ma non è detto che gli altri soggetti siano esclusi, anzi. I lavoratori autonomi, per esempio, possono fornire le ultime dichiarazioni dei redditi per comprovare la propria capacità di rimborsare il denaro ricevuto in prestito. La velocità delle procedure è evidente: per inoltre una richiesta si devono fornire solo i propri dati personali e reddituali. A quel punto la fattibilità dell’operazione e la finanziabilità del richiedente vengono valutate in maniera rapida per garantire una risposta nel giro di 24 o 48 ore al massimo.

Dopodiché, in caso di esito positivo, il soggetto riceve tramite posta elettronica la proposta vera e propria, con l’indicazione delle condizioni che verrebbero applicate e dei tassi di interesse: se la soluzione gli interessa, dà l’ok e il gioco è fatto. Non resta altro da fare che firmare il contratto dopo averlo compilato in ogni sua parte, rispedirlo e attendere che il denaro gli venga accreditato sul suo conto corrente. Come si vede, non è nulla di troppo complicato.

In conclusione, vale la pena di segnalare che tra i prestiti online si distinguono delle soluzioni sui generis, che si sono diffuse negli ultimi anni ma che si fanno apprezzare per la loro praticità: sono i cosiddetti prestiti online tra privati, che non prevedono l’intermediazione e le commissioni applicate dalle banche ma mettono in contatto privati in cerca di un finanziamento e privati che vogliono investire una parte del proprio capitale dandolo in prestito. Per capire quanto sia recente questa formula è sufficiente pensare che è nata solo nel 2005 nel Regno Unito: da quel momento, comunque, si è diffusa nel resto del mondo giungendo anche in Italia. Essa si basa su piattaforme autorizzate dalla Banca d’Italia che garantiscono affidabilità e massima sicurezza.