Tre musei da visitare a Torino

Torino è considerata ormai da secoli uno dei poli economici e culturali più importanti d’Italia. Ricca di musei, mostre d’arte, fiere nazionali ed internazionali, prestigiose università, viene visitata ogni anno da oltre 5 milioni di persone tra turisti, studenti e lavoratori. Dall’indole cosmopolita e un aspetto elegante e raffinato, Torino è stata la prima Capitale del Regno di Italia e ancora oggi conserva il suo lussuoso aspetto ottocentesco con i suoi viali alberati, i maestosi palazzi e i lunghi porticati.Per scoprire bellezze della città non sarebbe sufficiente una settimana, ma se hai pochi giorni a disposizione e vuoi sapere quali sono i tre musei che dovrai assolutamente visitare a Torino, ecco alcuni consigli:

  • Il Museo Nazionale del Cinema di Torino

Il Museo Nazionale del Cinema di Torino è uno dei musei più importanti del mondo e il primo d’Italia.
Si trova all’ interno della Mole Antonelliana, la famosissima costruzione ideata dall’architetto Antonelli. Inizialmente concepita come una Sinagoga, è stata per lungo tempo la costruzione in muratura più alta del mondo. L’intero museo è un viaggio all’interno dei meccanismi cinematografici, che ne ripercorre la storia: dalle prime immagini in movimento fino ad arrivare agli effetti speciali e il contemporaneo cinema 3D.
Potrai toccare con mano le apparecchiature, osservare la raccolta di poster, manifesti, locandine e abiti di scena che hanno fatto la storia del cinema. In occasione delle Olimpiadi Invernali del 2006, il museo è stato ampliato e sono state aggiunte alcune sale multimediali e interattive, che hanno contribuito ad accrescerne il valore e soprattutto l’interesse da parte dei più piccoli. Per loro vengono spesso organizzati interessanti laboratori. Dopo la visita al museo potrai prendere l’ascensore che – contornato di pareti di cristallo trasparente – ti condurrà in cima all’edificio, da cui si gode di una magnifica vista della città.

  • Museo Egizio

Il Museo Egizio di Torino è il più antico museo del mondo sulla cultura egizia ed è secondo, per quantità di reperti, solo a quello de Il Cairo. Distribuito in 4 piani, al suo interno sono presenti quasi 40.000 pezzi unici tra cui mummie, sarcofagi, statue, amuleti e oggetti votivi appartenenti alle antiche civiltà egizie, che racchiudono quasi 5.000 anni di storia, dal paleolitico all’epoca copta.
Nel museo ci sono tantissimi oggetti di uso quotidiano, abiti, giochi, armi, che permettono di ricostruire le usanze e la cultura di una civiltà antica ma straordinariamente all’avanguardia. Una parte importante del museo è dedicata alla collezione di papiri originali, composta da oltre 700 manoscritti: dai testi amministrativi a quelli letterari, dai testi religiosi ai documenti giuridici. Il Museo Egizio si trova al centro di Torino, vicino alla famosa Piazza San Carlo e a soli 900 metri dalla Mole Antonelliana.

  • Musei Reali di Torino

Passeggiare per le strade di Torino ti darà la sensazione di trovarti all’interno di una città che ha conosciuto periodi di vero e proprio sfarzo. Paragonata spesso a Parigi, sembra di trovarsi nei boulevard parigini o a Versailles. Per capirne meglio la storia puoi andare a visitare i Musei Reali di Torino, dal 1997 patrimonio dell’Unesco. I Musei Reali sono composti da:
– Il Palazzo Reale di Torino, la lussuosa dimora sabauda teatro di politica per oltre 3 secoli. Le sue sfarzose sale sono state affrescate dai più noti artisti dell’epoca.
– L’armeria Reale, un museo dedicato alle armi storiche, dalle rudimentali ma preziose armi del neolitico alle più moderne appartenenti al regno dei Savoia. – La Biblioteca Reale, una delle biblioteche più importanti al mondo, raccoglie manoscritti, pergamene, papiri. Sono raccolte centinaia di disegni di Leonardo Da Vinci, come il suo celebre Autoritratto. – La Galleria Sabauda, che raccoglie oltre 2000 importanti dipinti dal Medioevo al Settecento, tra i quali spiccano i nomi di Mantegna e Tintoretto. – Il Museo Archeologico, che contiene una vasta collezione di reperti, dalla preistoria fino al rinascimento.Nello stesso complesso ci sono anche i Giardini Reali, i più vasti di Torino dopo il Parco del Valentino, e la Cappella della Sacra Sindone. I Musei Reali di Torino sono visitabili con un unico biglietto e sono gratuiti la prima domenica del mese.
– Come posso raggiungere i musei?
Come in tutte le grandi città, l’auto è sconsigliata. Torino è ben servita da mezzi pubblici, pertanto potrai servirti di autobus o della metropolitana. Se però hai poco tempo e vuoi spostarti con velocità, o semplicemente preferisci la comodità, puoi usufruire dei servizi di noleggio con conducente.
Ampiamente utilizzati a Torino, consentono di raggiungere in poco tempo qualsiasi destinazione e potranno accompagnarti con tour su misura nella città, nelle tratte da e per l’aeroporto o anche se vorrete spostarvi nella provincia per visitare i castelli, laghi e dimore storiche.