Giocare con il proprio cane, cosa fare?

Giocare con il proprio cane è una delle cose più divertenti che si possa fare. Questo perché è un animale davvero fedele, che non ti tradirebbe mai, e poi perché riesce a migliorarsi di continuo e, anzi, apprezza molto i giochi in cui ci vuole molto ingegno.
Prima di proporti qualche esempio, però, ti ricordiamo che il cane è pur sempre un animale e non va assolutamente trattato come un essere umano. Non lo diciamo, ovviamente, in senso negativo ma perché, ad esempio, non è mica scontato che al tuo quadrupede faccia piacere essere abbracciato come potrebbe esserlo, ad esempio, per un umano. Quindi, divertimento, coccole, amore ma ricorda sempre che è pur sempre un animale.
Il primo gioco che potresti fare è, ad esempio, fargli rintracciare il cibo e provare a farglielo mangiare. Nel senso che potresti prendere un bicchiere, anche di plastica monouso, farci un buco alla base e, all’interno, inserire un croccantino. Il buco sarà necessario affinché il tuo ‘amico’ possa sentirne il profumo. A questo punto, nascondi (non troppo bene però, altrimenti il gioco non comincia mai) il bicchiere facendo in modo che il cane possa trovarlo soltanto con l’olfatto.
A questo punto, una volta che l’ha trovato, deve togliere il bicchiere e, poi, gustarsi come premio il croccantino. Giochi simili hanno un doppio vantaggio: oltre a farlo divertire, ne migliorano sia il fisico che, appunto, il senso dell’odore e del profumo.
Un altro gioco che potresti fare è quello di creare un piccolo circuito di corsa a ostacoli. Gli ostacoli, però, non devono essere troppo alti ma, se vuoi, puoi piano piano aumentare il grado di difficoltà per far sì che non si annoi e che possa avere continuamente sempre nuovi stimoli. Inoltre, qualora dovesse rivelarsi troppo difficile, non fare mai l’errore di aiutarlo in maniera vistosa. Magari, abbassi il coefficiente di difficoltà ma deve essere sempre il tuo cane a fare l’esercizio.
Infine, puoi puntare sempre sul classico gioco della pallina. La lanci lontano, lui corre, nel frattempo tu ti nascondi e lui deve cercarti. Aguzzerà l’ingegno e, oltre a migliorare le sue capacità fisiche, sarà in grado di provare anche a fare dei ragionamenti. Sì, perché i cani ragionano. E, spesso lo fanno anche meglio degli uomini. Se non ci credi o ti sembra assurdo, prova a fartelo spiegare da chi un cane ce l’ha già. O, se ce l’hai anche tu, non potrai che essere d’accordo!