Farsi Leggere Le Carte Porta Male: un mito da sfatare

Falsi pregiudizi sulla cartomanzia

Chi pensa che farsi leggere le carte porta male, non ha compreso bene il significato della vera cartomanzia.
Non bisogna essere vittime delle proprie paure ed assimilare mentalmente i pregiudizi di alcune persone che ancora credono che farsi leggere le carte apporti negatività.
E’ l’esatto contrario!
Il cartomante, anche se telefonicamente, riesce ad inculcare sensazioni di ottimismo, positività e benessere.
Tutte le dicerie che circolano sono superstizioni e falsi miti che devono essere assolutamente sfatati.
E’ chiaro che se si confida ad un religioso di essere aver richiesto un consulto da un cartomante, la sua reazione sarà a dir poco spropositata.
La chiesa moderna non ammette queste tecniche che giudica scandalose e dettate da forze del male così come la santa inquisizione non le ammetteva nell’antichità.
Non dimentichiamo che gli uomini hanno sempre cercato di venire a conoscenza del loro futuro.
Si scrutavano i cieli cercando di definire la posizione degli astri, si osservava il volo degli uccelli per cercare un’interpretazione valida e si mettevano i tuorli d’uovo fuori dagli usci nelle notti di plenilunio per dare una spiegazione alla forma che assumevano durante le ore notturne.

L’esigenza di conoscere dell’essere umano

L’essere umano, da sempre, ha ritenuto che opportuno fare dei passi avanti per venire a conoscenza del suo futuro.
Quando ancora non esistevano Tarocchi, Sibille e carte da gioco comuni, il suo pensiero era rivolto al cielo infinito ma con l’uso delle carte, tutto è cambiato e si è presentato un piccolo mondo fatto di strumenti idonei con figure e simbologie.
Le carte sono nate esclusivamente come elemento ludico e solo in un secondo momento si è compreso che potevano essere il modo idoneo per predire.
Affermare che farsi leggere le carte porta male, è un concetto del tutto erroneo perché non si aprono le porte a satana, come molti vorrebbero far credere, ma si apre un mondo diverso dove la cattiveria è l’ultimo dei sentimenti!
Non c’è malvagità da parte dei cartomanti, non ci sono scopi illeciti e non c’è magia in questi episodi sporadici che aiutano solo ad apportare sollievo al consultante.
Molti confondono la magia con la cartomanzia, ma non c’è nulla di più sbagliato!
La magia nera e la stregoneria pretendono di sottomettere le forze occulte, cosa che la cartomanzia non applica e non ammette in nessun modo.

Meglio la preghiera o la cartomanzia?

Molte persone pensano che la preghiera sia l’unica arma per combattere i malesseri e le preoccupazioni.
La preghiera è una cosa differente dalla cartomanzia e consiste nell’abbandonarsi fiduciosi nelle mani della provvidenza.
Le arti divinatorie, al contrario, hanno un altro scopo ossia quello di predire un futuro prossimo senza addentrarsi in campi troppo vasti e non ha nessuna intenzione di contrastare la religione e la preghiera.
Il mito da sfatare è che tutte le forme di divinazione sono da respingere perché si avvalgono delle forze del male e sono pratiche da condannare perché offendono la chiesa e procurano numerose negatività.
I cartomanti non hanno nessun potere occulto malefico e non sono persone spiacevoli dalle quali stare lontane, ma il loro scopo è quello di riportare la serenità perduta in quelle persone che soffrono per vari tormenti ed afflizioni.

Collegati a Cartomanzia- 123 e scoprirai professionisti onesti, sinceri e dall’elevato spirito umanitario che osservano le semplici e trasparenti tecniche di un’arte divinatoria pura.