Quanto costa organizzare un matrimonio?

quanto costa un matrimonio

La decisione di una convivenza tra le coppie, oggigiorno non è solo la paura di convolare a nozze, ma anche il pensiero dei costi del matrimonio. Molto spesso è proibitivo soprattutto in periodi di crisi e perciò, obbligati a chiedere un prestito per far fronte alle spese. La maggior parte delle volte la richiesta viene indirizzata alle stesse famiglie, questo perché si è spinti dal desiderio di seguire le tradizioni ancora molto vive, non solo in Italia come si può pensare, ma in linea generale il matrimonio è ancora considerato un evento unico nella vita per la maggior parte delle persone.

Naturalmente non esistono costi precisi del matrimonio, perché dipende da un insieme di fattori, ad esempio: il costo degli abiti degli sposi, il numero degli invitati da parte di entrambi, bomboniere, partecipazioni, la decisione di un pranzo al ristorante o catering in location bellissime e infine aggiungere anche il costo del viaggio di nozze.
La cifra del viaggio varia in funzione dalla meta che si sceglie, dalla durata del soggiorno e dalla qualità della struttura.
Persino i fiori hanno un prezzo non indifferente, basti pensare che soltanto il bouquet della sposa parte da un minimo di 300 euro, nonostante sia un semplicissimo bouquet di fiori, l’elaborazione dovuta all’importanza di quel giorno ne fa lievitare in maniera eccessiva il costo.

Chi decide di sposarsi in chiesa, deve pagare gli addobbi. Anche in quel caso, la spesa non è inferiore ai 400 euro, che chiaramente aumenta a seconda della grandezza della chiesa di conseguenza da quante saranno le confezioni di fiori da inserire per l’allestimento.
Il discorso cambia invece per chi sceglie una location diversa dalla chiesa. La città romantica, la villa d’epoca o un palazzo storico. Per tali scelte la richiesta della tassa può essere molto alta, addirittura si parte da 500 euro fino a toccare cifre elevate come 4000 e oltre.
I costi di un matrimonio possono variare da un minimo di 20 mila euro se la pretesa è alquanto semplice o toccare cifre come 80 mila euro, se il matrimonio che si desidera quel giorno, deve essere in grande stile.

Per le donne la scelta dell’abito da sposa è una buona parte del loro budget. Un abito che non può passare inosservato per quel giorno speciale. Per poco che si voglia spendere, la cifra non sarà al di sotto dei 1.300 euro, fino a raggiungere delle cifre da capogiro per passare all’abbinamento delle scarpe, altrettanto costose.
Ciò nonostante, la cifra che maggiormente influisce sulle spese del matrimonio è quella del ricevimento che richiede dai 60 ai 250 euro a persona. È pur vero, che a cercare qualcosa che abbia un prezzo troppo basso sicuramente si risparmia, ma il rischio è quello di abbassare la qualità del cibo e del servizio.

Tuttavia è possibile scegliere di accontentarsi di un matrimonio “low cost”, in tal caso, il costo può ridursi in modo radicale ed essere molto basso. Per abbattere i costi si deve limitare il numero degli invitati, fare un ricevimento molto ristretto o scegliere posti tipo l’agriturismo, scelta molto valida. Inoltre rinunciare alla tanto amata luna di miele. Il prezzo può calare anche sotto i 10 mila euro, si parla di una differenza di prezzo abbastanza notevole rispetto a quello di un matrimonio tradizionale.

A prescindere dalle possibilità che si hanno a disposizione, la cosa fondamentale in entrambi i casi è quella di stabilire un budget per controllare i costi del wedding.
Fondamentale nella decisione del matrimonio è quella di fare una pianificazione completa di tutto il programma. Seguire delle regole essenziali è indispensabile per non sforare dal budget prestabilito: ottimizzare i costi e valutare attentamente anche le possibilità delle rispettive famiglie, decidere la data con largo anticipo, fare una lista preliminare degli invitati e di alcune location. Tutto questo è un vantaggio per avere il tempo giusto di valutare prenotazioni e spese, al fine di organizzare un bel matrimonio senza rischiare di andare incontro a spiacevoli inconvenienti dell’ultimo minuto.