Le nazioni europee e internazionali con i regimi fiscali più vantaggiosi

regime fiscale vantaggiose

L’elusione fiscale ha portato a $ 32 trilioni di entrate perse nei sistemi bancari di tutto il mondo. L’Europa ospita molti paradisi fiscali che offrono ambienti vantaggiosi per imposte sulle plusvalenze, imposte sul reddito e imposte sulle società.

Questi paradisi hanno attirato grandi aziende insieme a ricchi investitori privati ​​che cercano rifugio dalle politiche fiscali nei loro paesi d’origine. I paradisi fiscali sono noti per ridurre notevolmente ed eliminare le tasse che sarebbero altrimenti dovute dalle autorità fiscali nazionali se non per il loro collocamento in conti offshore .

1. Inghilterra
Londra è la capitale europea del paradiso fiscale per le persone non britanniche. I sistemi bancari consolidati della città sono considerati affidabili e utilizzati da stranieri provenienti da quasi tutti i paesi del mondo. Piccoli e grandi aziende beneficiano di una relativamente bassa del 20% dell’imposta sulle società . L’Inghilterra è considerata l’epicentro del resto dei sistemi di paradiso fiscale del mondo. Fondazioni e trust sono tipici veicoli paradisiaci utilizzati dagli stranieri per offrire un involucro protettivo esente da imposte o ridotto dalle imposte intorno alle attività. L’Inghilterra è stata particolarmente apprezzata dai miliardari indefiniti che beneficiano della mancanza di imposte sul reddito o imposte sulle plusvalenze su investimenti detenuti al di fuori del paese.

2. Germania
Gli investitori stranieri sono liberati dall’onere delle tasse sugli interessi in Germania. Il paese mantiene la privacy dei titolari di account. Il reddito estero è esente da tassazione sia sotto forma di dividendi da filiali estere sia di reddito realizzato in filiali estere. Le società traggono vantaggio dall’ambiente fiscale tedesco in quanto solo il 5% dei dividendi e delle plusvalenze sono soggetti a imposte. Queste classi di reddito sono considerate spese operative non deducibili secondo i principi contabili tedeschi.

3. Irlanda
L’Irlanda ospita un’aliquota fiscale del 12,5% e gli artisti godono di un reddito esente da imposte. Il paese ha ospitato alcune corporazioni ombra che tentano di trarre vantaggio dal contesto fiscale basso. Le persone che dichiarano di vivere in Irlanda ma non sono residenti e possiedono una residenza altrove sono in grado di utilizzare il suo attraente ambiente fiscale. L’Irlanda ha una lunga storia nell’offrire basse aliquote d’imposta sulle società per incoraggiare le società straniere a trasferire le attività su carta anziché fisicamente. Dublino ospita l’International Financial Services Centre, un centro finanziario che è stato un paradiso liberalizzato sia per gli individui che per le imprese. Nel 2014 gli investimenti esteri nel Centro finanziario internazionale sono stati pari a $ 2,7 trilioni.

4. Paesi Bassi
Le imposte sulle società nei Paesi Bassi sono molto basse, così come le imposte sugli interessi e sul reddito delle licenze. Le politiche fiscali nei Paesi Bassi hanno attratto $ 127 miliardi nel 2010 da società multinazionali. Un sorprendente 48% delle società Fortune 500 ha creato almeno una società a responsabilità limitata nei Paesi Bassi. I Paesi Bassi hanno avuto un boom nelle sedi centrali e nelle filiali per il trattamento delle imposte multinazionali. Esenzioni fiscali denominate esenzioni di partecipazione per rimuovere gli oneri fiscali da dividendi e plusvalenze maturati al di fuori del paese. I canoni sono inoltre esenti da oneri fiscali nei Paesi Bassi.

5.Svizzera
Ex sede di molte banche anonime che non sono più in grado di operare in forma anonima , la Svizzera funge ancora da popolare paradiso fiscale, poiché il paese aderisce al segreto nelle pratiche bancarie. Gli sforzi degli investigatori statunitensi sull’evasione fiscale non hanno eliminato la Svizzera dall’elenco dei paradisi fiscali europei popolari. La Russia ha anche identificato la Svizzera come giurisdizione offshore che rifiuta di condividere informazioni bancarie sui titolari di conti . L’indice di segreto finanziario ha classificato la Svizzera come il paradiso fiscale numero uno al mondo in base alle sue procedure di segreto bancario e all’importo delle sue attività offshore. L’applicazione della legislazione fiscale della Svizzera è stata assente in modo evidente. Il paese ha una lunga storia di fondi nascosti in quanto era il nascondiglio ideale per classe superiore durante la Rivoluzione francese.